Del mio fratellone e di altre faccende

Accipicchia!

Perdonatemi se principio questo post con un’interiezione. Forse contribuisce a risollevarmi un poco?

La settimana che si sta chiudendo, al pari della precedente e anzi di più, è stata prodiga di mestizia: giorni e giorni di tempesta emotiva e sentimentale, della quale, ahimé, ancora non vedo la fine.

Da quello che leggo in giro, non sono l’unica ad avere di queste afflizioni esistenziali. Che tristezza. Si dirà che v’è di assai peggio, sopra la Terra, e concorderò senz’altro, ma questo non contribuisce granché ad alleggerire il cuore. Semmai, aggiunge sgomento.

– – –

Ora veniamo alla notizia dell’ultima ora, qua dalle mie parti: è sorto il blog del mio fratellone!

Vi dico, giunti a questo punto, che egli non mi è fratello in senso proprio: lo chiamo così perché si è sempre dimostrato premuroso nei miei confronti, sin dal principio.

Sebbene io abbia intrapreso e seguitato questa mia avventura dietro impulso di un’altra cara persona, la quale è dotata (persino suo malgrado) di poteri quasi magici, è stato il mio fratellone colui il quale mi ha fornito il supporto materiale necessario: un indirizzo di posta a suo nome, dietro il quale nascondermi per l’attivazione del mio blog, l’infrastruttura informatica e perfino il nickname Lulù, ottenuto ripetendo le prime due lettere del suo nome.

Si chiama Luciano Marcelli e sono lietissima di diffondere il suo indirizzo: http://lucianomarcelli.wordpress.com/.

Non il solo supporto pratico ho ricevuto da lui: gli piace ugualmente raccontare e, condividendo gomito a gomito i miei primi passi in questo particolare mondo, abbiamo avuto modo di rilevare che ci accomunano molti degli stili espressivi ai quali più frequentemente ricorriamo. Al punto che non soltanto mi ha fornito materiale per alcuni dei miei racconti e dei miei commenti, ma in taluni casi abbiamo realmente lavorato a quattro mani.

Sono certa che, accanto ai momenti individuali, seguiterà la produzione congiunta, sulle mie e sulle sue pagine. Finché dura, coesistiamo.

Annunci

11 commenti

  1. 4 dicembre 2009 a 15:02

    Ok Lulù, ci sono.
    Grazie di tutto.
    Un abbraccio.

  2. Diemme said,

    5 dicembre 2009 a 05:47

    Ci sono anch’io! Ho appena messu Lulù (che avevo avuto modo di apprezzare leggendola altrove) nel mio blogroll, corro a metterci anche Luciano!

    Che la vostra avventura sia felice! 😉

    • lulu82 said,

      5 dicembre 2009 a 07:26

      Ciao Diemme!
      Anche io ho visto i tuoi commenti altrove e sono venuta più volte a leggere le tue pagine, ma non ho mai aggiunto il tuo nominativo tra i miei preferiti.
      Riparo senza indugio.
      La rete che stiamo intessendo si infittisce.
      Evviva!

  3. Fra Puccino said,

    5 dicembre 2009 a 23:48

    Che bello rileggerti, adesso aspettiamo qualche altro racconto…

    Intanto, non preoccuparti per i tuoi giorni di mestizia; sento in giro che è un sentire molto comune in questo periodo, d’altronde i giorni che si abbreviano e il brutto tempo che imperversa quasi ovunque in Italia non aiutano, no? 🙂

  4. koalanation said,

    14 dicembre 2009 a 14:25

    Uellllaaaaaaaaaaaaaa! Manco una settimana e qui si scatena il deliriooo!
    Ok , quindi Lulu’ non si chiama Luciana/Luisa/Luana/Lucia etc e Luciano NON è fratello fratello ma solo mezzo fratello … si … ok … certo che siamo tutti complicati noi blogger !!! eh eh eh !

    Io per non sbagliare ho aggiunto Luciano ai blogamici e te continuo a chiamarti Lulù va bene ????
    Mi ci vorrebbe un covaccino per schiarirmi le idee!

  5. kate said,

    15 dicembre 2009 a 07:55

    Evviva i casini esistenziali!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Beh passeranno…ciaoooooooooooo kate 😉

  6. Lorena said,

    15 dicembre 2009 a 11:09

    Cari amici “vecchi e “nuovi” di tastiera, molti di voi mi conoscono già da tempo, altri di recente, chiedo scusa a tutti di questa “forzata” latitanza perché è da martedì 2 dic. che non sono entrata nelle vostre pagine di blog. Quindi eccomi qua a dedicarvi un’altra pagina intima della mia vita. Il 5 dicembre molti di voi erano a Roma, ebbene anch’io ero in un mio viaggio personale, ANCH’IO VESTIVO DI VIOLA per la mia battaglia personale… Il 4 dic. sono entrata in ospedale a Sant’Arcangelo (Rimini) per essere operata ai seni. Rammento: il 6 dic.2007 fui operata di mastectomia al seno sinistro (tutto andò per il meglio, non feci terapie, ne ci furono recidive di sorta), ma l’intervento che mi fecero di ricostruzione al seno, andò peggiorando di giorno in giorno…, mi fu messa una protesi più grande della mia capienza per questo si formarono orribili aderenze (che ultimamente mi facevano pure male)…insomma mi vergognavo di me stessa non ne potevo più. Già l’impatto dal punto di vista psicologico fu devastante. di dover “obbligatoriamente” accettare una mutilazione del genere, a questo dovetti aggiungere una ricostruzione difettosa al massimo grado da vedermi tutti i giorni davanti allo specchio… E finalmente a distanza di due anni, come un miraggio, ecco arrivare la soluzione. Dopo gli opportuni accertamenti, preventivi, dei giorni precedenti l’intervento, il 4 dic. .sono stata operata dalle 12 alle 14,30, lentamente giorno dopo giorno, sono andata migliorando e il pomeriggio tardi del 7 dicembre sono stata dimessa. Ho avuto vicino parenti ed amici meravigliosi, che tuttora mi riempiono di affetto e di amore, amici che sapendo il mio calvario da allora ad oggi, sono più felici di me di sapere che ho risolto per sempre questo problema. Ricapitolando: al seno sinistro mi hanno rimosso la protesi, mettendone una più piccola e più morbida e togliendomi tutte quelle schifosissime aderenze, per eguagliarlo all’altro al seno destro mi hanno applicato una nuovissima tecnica di lipofilling cioè mi hanno tolto del grasso dalla pancia (così ho snellito anche questa) e me lo hanno riempito, così da sembrare il più naturale possibile e da non creare nessun tipo di rigetto verso un corpo estraneo. Tutto è bene quel che finisce meglio di così non potevo auspicare. Le mie festività natalizie, alle porte, saranno, gioiose, dolci e serene all’insegna (prima di tutto dei miei famigliari) poi degli amici che mi stanno contendendo per avermi tra loro nei festeggiamenti (mi trovo ad avere anche l’imbarazzo della scelta). Ieri sono andata a togliermi i punti sempre a S.Arcangelo e il chirurgo si è complimentato e mi ha detto che e tutto ok. Così da ieri ho “ufficialmente” ripreso tutte le mie attività ” (sono le mie linfee ed energie di vita), sport ecc. E questa mattina sono tornata al lavoro. Come?? Nonostante la nevicata (lieve) di ieri su Bologna, ovviamente in bicicletta. Ed ora GIOVANNA cara, amica mia, questo pensiero è per te, in un tuo post di qualche tempo fa, parlammo di svolta epocale della nostra esistenza, questa è la mia svolta, riappropiarmi di me stessa per vivere per sempre nel migliore dei modi. Giuro non mancherò più sulle vostre pagine. Un abbraccio e un bacio con tutta la carica positiva che ho dentro ad ognuno di voi. Vostra Lorena.

  7. Diemme said,

    15 dicembre 2009 a 11:19

    Lorena, che dirti, mi hai lasciata senza parole. Quello che ti è accaduto credo che sia l’incubo di ogni donna, come hai risolto, il sogno di ognuna che ci sia passata.

    In bocca al lupo, ti auguro la più grande felicità su tutti i fronti.

  8. kate said,

    22 dicembre 2009 a 14:15

    Ciao Lulù tantissimi tantisimi e felici auguri per tutte le feste…mi raccomando siii brava così Babbino ti porta tanti doni…
    Un abbraccio Kate

  9. solindue said,

    24 dicembre 2009 a 16:38

    Acciderbolina, ma in questo Blog non nevica più da un pezzo!!!
    Un po’ di zucchero filato Lulù??? Suvvia ragazza mia non sarai così riluttante a festeggiare il Natale come il tuo fratellone…Oh Cielo!!! Ma che famiglia!
    Speriamo di ricevere almeno gli auguri per l’anno nuovo!!

  10. lulu82 said,

    25 dicembre 2009 a 09:53

    Ciao a tutti e grazie, grazie per i commenti.

    Mi sono presa un periodo di riposo da questo mio blog, seppure giovanissimo, nato da poco.

    Iniziare a pubblicare ha comportato un piccolo cambiamento nelle mie abitudini, per quanto queste non siano particolarmente strutturate.
    Anzi, forse è proprio la scarsa struttura che mi rende discontinua, anche negli scambi con voi.

    In queste settimane ho continuato la collaborazione con Luciano, ma senza produrre chissà quale messe di racconti: soltanto uno a quattro mani, breve come al solito e che presto potrete leggere; più qualche idea nuova.

    Non sono riluttante, cara Sol, ma lo vivo in maniera leggermente diversa: una cena del 25 con alcune presenze care; niente addobbi, ma tanto calore; i regali del cuore; il geko che se la gode, credo, e chissà se si farà vedere.

    Torna presto, Fra: troverai una nuova lettura.

    Mi piace sempre il tuo brio, Koala!

    Kate, mi unisco al tuo evviva!

    Lorena: tanti cari auguri per la tua salute e complimenti per la tua forza.

    Ciao Diemme! A rincontrarci presto.

    Grazie dello zucchero, Sol. Per il capodanno potrei essere in gita, a tratti non raggiungibile né raggiungente.

    Quindi ne approfitto per augurare fin d’ora a tutti un 2010 fecondo.
    Vi abbraccio.

    Prendete della tisana al dragoncello? C’è anche del torrone artigianale.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: